Prima febbre

Vaccino. Richiamo numero due. La Dottoressa, che conosce molto bene il genere neo-mamma-ipocondriaca che passerà la notte insonne a vegliare sulla creatura, fa subito una premessa: “signora con questa dose molto probabilmente alla bambina verrà la febbre”.  Sotto testo: no al termometro ogni 6 minuti, no panic perché la febbre non è nemica del bambino ma stimola le sue capacità di difesa, insomma no no no a tutto quello che, mamma, ti viene in mente di cercare su Google, dai sali alle spugnature fredde.

Detto fatto. La cronaca della nottata.

Ore 20.58

Io:”È calda amore. Guarda che occhi da triglia e senti… sentile le tempie scotta come dopo una giornata di sole sulle spiagge salentine“.
Lui: “Dai prendo il termometro e il paracetamolo“.
Io: “Sì bravo interveniamo il prima possibile“.

Ore 21.04

Io: “37.4 ascellare. Poverina. Guarda come è rossa e come dorme… calcoliamo gli ml da darle. Acchiappa gli appunti che ho preso dalla pediatra così seguiamo il protocollo passo passo”.
Lui:”Qui dice che non bisogna avere paura della febbre“.
Io: “Tsè i pediatri tendono a sminuire. Non vedi come è in bambola? e se non si sveglia più?”

Ore 21.14

Sguardo complice e preoccupato tra me e lui, “Riproviamo per vedere se è ancora uguale o se si è alzata?

Ore 21.20

37,7 lo sapevo”, sono la mamma e certe cose le sento, “La metto nel lettino ben coperta… no. Anzi. La metto nel lettino senza coprirla eccessivamente. Lo dice il protocollo!

Piagnucola.

Shhhhhh Shhh.  Amore della mamma no no nooo va tutto bene.  Fai la nanna! Non piangere. No no noooo… ninna nanna mamma tienimi con teeee…

Ore 22.00

Ginevra dorme. In modalità koala-bambù.

Ore 23.30

Ginevra è nel lettone. Ronfa. Sempre accozzata.

Noi la guardiamo respirare e poi, si dai è chiaro no, le proviamo nuovamente la temperatura.

Lui, a una certa, crolla tra le braccia di Morfeo. Io faccio una mini ricerca (non si fa non si fa non si fa) su Google e digito… febbre post vaccino… leggo, mi si gela il sangue, chiudo. Subito.

Ore 3.40

Piange. Entrambi svegli di soprassalto: “Termometro? “.

E così via. Fino alle 6 del mattino. Quando si sveglia sfebbrata vivace e piena zeppa di energie. Lei.

L’effetto collaterale del vaccino?  Per noi un solo. La nuova sfumatura di colore delle occhiaie di mamma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...